Oscar 2014: and the winner is…

Possiamo dirlo? Possiamo dirlo: siamo proprio soddisfatte! Questi Oscar 2014 hanno fatto felici tutti quanti, iniziando da noi. Dopo aver assegnato gli Oscar per le migliori frasi dei film del 2013 e dopo aver visto sfilare i look migliori sul red carpet di Los Angeles, tifavamo appassionatamente per il bello-ma-adesso-anche-bravoMatthew McConaughey che si è aggiudicato il premio come Miglior attore protagonista ieri sera sul palco degli Academy Awards. Molto contente anche per Cate Blanchett come Miglior attrice protagonista, perché diciamocelo, nella parte della nevrastenica in Blue Jasmine di Woody Allen era davvero irresistibile.

Ha messo d’accordo tutti la statuetta come Miglior film a 12 anni schiavo, grandi nomi sia fra attori che produttori (Brad Pitt), grande storia, grande regista, bene. E 12 anni schiavo si è portato a casa anche una seconda statuetta, con la Miglior attrice non protagonista Lupita Nyong’o, raggiante sul palco a ritirare l’Oscar per, incredibile ma vero, il primo film della sua vita. Controparte maschile del premio, ovvero come Miglior attore non protagonista, ha vinto Jared Leto, interpretando il ruolo di un transessuale in Dallas Buyers Club, al fianco del miglior-attore-Matthew-McConaughey.

Abbiamo detto che l’Academy è riuscita a metter d’accordo tutti, quindi veniamo al punto: GravityAlfonso Cuaron si è aggiudicato l’Oscar come Miglior regia – il primo regista latinoamericano a vincere questo premio – oltre ad altri 6 Oscar tecnici (effetti speciali, colonna sonora, sonoro, montaggio sonoro, fotografia, montaggio).

Qualcuno manca ancora all’appello, uno dei nostri preferiti, e dobbiamo ammetterlo, anche se sapevamo che non avrebbe mai portato a casa i premi principali, ci abbiamo sperato fino all’ultimo. Her, il film scritto e diretto da Spike Jonze, ha vinto come Miglior sceneggiatura originale, come Sofia Coppola, sua ex-moglie, vinse esattamente 10 anni fa con il film Lost in translation (e gli esperti di gossip dicono che i due film siano le rispettive visioni della loro storia).

Non ci siamo certo dimenticati del nostro Paolo Sorrentino che con La grande bellezza si è aggiudicato la statuetta come Miglior film straniero, ma diciamocelo… questo si sapeva!

Tanti i nomi e i titoli in gara che purtroppo tornano a casa a mani vuote, due su tutti Martin Scorsese (e con lui Leonardo DiCaprio) con The Wolf of Wall Street, e American Hustle, che aveva ricevuto ben 10 nomination, fra cui migliori attori protagonisti, Christian Bale e Amy Adams. Ma la Adams, come moltissimi altri attori, ha avuto la possibilità di stare sotto i riflettori del Dolby Theatre di Los Angeles, per consegnare i premi: Jennifer Lawrence, Oscar l’anno scorso con caduta sulla scalinata e nomination quest’anno, ha premiato Matthew McConaugheyAngelina Jolie ha premiato Alfonso Cuaron insieme a Samuel L. Jackson. Sono passati dal palco Penelope Cruz e Robert De Niro (per premiare Spike Jonze),  Ewan McGregor che ha consegnato l’Oscar a Paolo Sorrentino con l’attrice Viola Davis, e Naomi Watts che ha premiato Catherine Martin per i migliori costumi.

Published on Unadonna.it

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s