Una pioggia di baci “da film” per San Valentino

Appassionati, proibiti, teneri, rubati, di addio, di arrivederci, per promettere amore eterno. Baci, tantissimi baci, ci si potrebbe cospargere tutte le strade di Hollywood con i baci che il cinema ci ha regalato, e non solo quelle di Hollywood. Sono stati dati una montagna di baci a Parigi, la città più romantica del mondo, e anche per le vie di New York: lo sa bene Audrey Hepburn che sotto la pioggia rincorre gatto, e trova George Peppard, in Colazione da Tiffany.

Ancora baci in Georgia per Rhett e Rossella, protagonisti del celeberrimo Via col Vento; a Vancouver, dove è stato girato Juno, e in Italia, quella vera di Shakespeare o finta del Romeo+Giulietta di Buz Luhrman. E questi solo per citare alcuni baci, di alcuni film, secondo noi di Una Donna i più belli, e voi cosa ne pensate?

Belli e farabutti

Una volta c’erano Humphrey Bogart, sulla costa americana, e Jean-Paul Belmondo su quella francese: erano loro le facce da canaglia, che spezzavano i cuori delle fanciulle, ognuno col proprio stile. Bogart impersona l’uomo tutto d’un pezzo, che non cede così facilmente al fascino di una bella donna… a meno chè la femme in questione non sia Ingrid Bergman, e non si incontrino a Casablanca. Jean-Paul Belmondo in Fino all’ultimo respiro è invece proprio un fanfarone e incontra Jean Seberg per le strade di Parigi, mentre lei vende i giornali urlando “Herald Tribune”.

Oggi invece il farabutto ha il volto –piuttosto attraente- di Ryan Gosling, che nella scena dell’ascensore di Drive fa venire le palpitazioni, a Carey Mulligan e pure a noi.

Il fascino irresistibile degli artisti

Che siano scrittori, come il personaggio che Ewan McGregor interpreta in Moulin Rouge, musicisti o ballerini, di sicuro le donne cadranno ai loro piedi. Patrick Swayze non ci ha messo molto a conquistare Baby in Dirty Dancing, e la storia vera, non solo il film Walk the line, ci insegna che dopo tantissime traversie, anche Johnny Cash è riuscito a strappare un sì a June Carter.

Baci impossibili

Sono quelli degli amori proibiti, ostacolati, per i quali non ci può essere futuro: se solo Anna Karenina non fosse sposata, nessuno si frapporrebbe tra lei e il suo bel conte Vronskij. E se Daisy non avesse accettato di ripiegare su Tom, potrebbe essere libera di stare con Il grande Gatsby. E se Richie non fosse il fratellastro di Margot Tenenbaum, potrebbero amarsi liberamente. Ma forse è giusto che le cose vadano così, altrimenti non sarebbero delle grandi storie d’amore.

Anche se a volte per farci sognare di più, e per farci battere il cuore ancora, è sufficiente una frase bisbigliata all’orecchio.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s