macarons laduree parigi

Vacanze di Pasqua: tutti a Parigi

Published on UnaDonna

Cibo, arte, shopping e un pizzico di fantasia dal mondo Disney

… e come diceva Humphrey Bogart a Ingrid Bergman sul finale di Casablanca, “ci resta sempre Parigi!” Anche a voi, se non avete ancora fatto piani per Pasqua causa maltempo, rimane sempre Parigi!

Primavera a Parigi, un must di stagione

Non è mai troppo tardi per organizzare una fuga a due, un weekend, o un viaggio in famiglia nella città più romantica del mondo! E per Pasqua è previsto brutto tempo quasi ovunque, dalle Alpi alle Ande? Ancora meglio: il maestro Woody Allen, nella sua ultima pellicola di successo, Midnight in Paris, per l’appunto, fa ripetere più e più volte al suo protagonista Owen Wilson, che non c’è niente di più romantico che “passeggiare sotto la pioggia a Parigi”.

Risolto ogni dubbio su che viaggio organizzare per Pasqua 2013, vediamo come e cosa fare!

Treno, aereo o auto: in viaggio per Parigi

Che siate viaggiatori propensi a volare, o preferiate invece mantenere il contatto con il suolo, Parigi si presta benissimo in entrambi i casi: l’Italia è meravigliosamente collegata alla Francia sia attraverso i treni italiani, che con il famoso TGV francese.

Trenitalia propone l’offerta Smart per i treni notte Thello, che vi porta a Parigi a partire da €35 in cuccetta a sei posti e da €55 in cuccetta a quattro posti, con partenze dalle città di Venezia, Padova, Vicenza, Verona, Brescia, Milano, Roma, Firenze e Bologna. Sono disponibili sia compartimenti misti che “al femminile”. I biglietti sono acquistabili a partire da quattro mesi prima della data di viaggio: da verificare la disponibilità perché l’offerta ha un numero di posti limitati. Per quanto riguarda l’offerta francese, il TGV collega Parigi solamente al nord Italia: partenze dalle città di Milano Porta Garibaldi, Novara, Vercelli, Torino Porta Susa, Oulx, Bardonecchia, e arrivo alla Gare de Lyon.

Non soddisfatti, preferite dirigervi a Parigi in macchina? Disponiamo delle informazioni per soddisfare anche la vostra curiosità: ecco qui l’elenco delle principali città italiane, con distanza chilometrica e tempo di percorrenza in auto per Parigi:

da Genova sono 921 Km (08:28h)

da Milano 850 Km (08:02h)

da Torino 771 Km (07:12h)

da Venezia 1112 Km (10:53h)

da Firenze 1165 Km (10:51h)

da Bologna 1079 Km (09:58h)

da Roma 1439 Km (13:13h).

Parigi è inoltre collegata dalle compagnie di linea Alitalia e Airfrance, oltre che con numerose compagnie low cost, a tutte le principali città italiane.

Cosa fare di bello a Parigi

Stabilito quindi che in qualche modo ci si arriverà a Parigi, cosa si può, o meglio, si deve fare, nella Ville Lumière? Mangiare: nulla togliere alla cucina italiana, ma “a Cesare quel che è di Cesare”, e le specialità francesi ai francesi. Dirigetevi verso una delle quattro pasticcerie, ops, salle de the, della maison Ladurée, inventori dei macarons, famigerati pasticcini farciti di morbide creme racchiuse da due gusci di piccole meringhe alle mandorle. Mettetevi pazientemente in coda, e non sentitevi né pazzi né sfortunati se proprio quella coda la dovrete fare sotto la pioggia (ci siamo passati tutti!), e date il vostro contributo alla vendita giornaliera di 15 mila macarons! Noi consigliamo la Rive Gauche: Ladurée Bonaparte, 21 rue Bonaparte.

Un po’ di cultura per compensare non fa male a nessuno, e con tutto quello che Parigi può offrire, via di corsa a vedere una mostra di fotografia nel nuovo spazio di tendenza parigino, il Jeu de Paume (fino al 12 maggio in mostra l’artista Adrian Paci), il Palais de Tokyo per mostre d’arte contemporanea,  poi al Louvre, per una passeggiatina tra le sale piene di storia, e poi ancora via, attraversando il ponte, sull’altra sponda della Senna, per ammirare i capolavori dell’Impressionismo alla Gare d’Orsay.

Stanchi di passeggiare dentro a sale museali, spostatevi verso Montmartre, per una vista mozzafiato della città di Parigi dal cucuzzolo della collina del Sacre-Coeur. E se avete anche tempo per un po’ di shopping, tre indirizzi su tutti: Kiloshop per abbigliamento e accessori vintage venduti al kilo! Spree, per un vero boho-chic style, oltre a pezzi d’arte e di design, e Shakespeare & Company per un sicuro affare su qualche libro usato, magari di fotografia.

Read the full article on UnaDonna, MAR 29 2013

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s